Dono Ad Arte

output_IR9xIA

Campagna Fondi Emergenza Coronavirus

 

Dono Ad Arte è la raccolta fondi promossa da Potenza Studio a sostegno del Sistema Sanitario della Regione Veneto per far fronte alla terribile emergenza causata dal Covid-19.

Un piccolo contributo attraverso l’arte di Gianmaria Potenza, con la speranza che il nostro progetto porti un po’ di bellezza nei vostri pensieri e nelle vostre case.


Cinque serigrafie della serie dei Tarocchi sono state donate dal Maestro a favore dell’iniziativa. Acquistando una di queste opere, darete il vostro contributo e avrete un’opera d’arte in più nelle vostre case! Il costo di ogni serigrafia è € 500,00 e il ricavato della vendita sarà devoluto interamente al fondo “Sostegno Emergenza Coronavirus” della Regione Veneto.

 

Partecipare all’iniziativa è semplicissimo!

Su questa pagina trovate tutte le opere disponibili e in costante aggiornamento. Scegliete la vostra preferita e scriveteci a studio@potenzagianmaria.it per finalizzare l’acquisto. 

 

Le opere sono parte della raccolta di 22 serigrafie firmate da Gianmaria Potenza tra il 1989 e il 1991, in tirature limitate, di cui 99 numerate con numeri arabi, 40 con numeri romani e 10 prove d’artista, e stampate fino a 40 passaggi su carta Fabriano con inserimento di metalli.

 

Recentemente, la serie de I TAROCCHI  è stata protagonista di due esposizioni in Russia, al Museo dell’Arte del XX e XXI Secolo di San Pietroburgo (Novembre-Dicembre 2019) e al Museo Regionale d’Arte di Vologda (Dicembre-Gennaio 2020). In Febbraio ha inaugurato invece la tappa veneziana del tour, all’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia. Purtroppo, sono sospese per il momento le date milanesi. 

“I 22 Arcani Maggiori, ognuno dei quali simboleggia una tappa nella vita e nel cammino dell’uomo, sono rappresentati come personaggi, busti, volti caratterizzati da acconciature che ne evidenziano la natura. I Tarocchi diventano quindi vere e proprie maschere indossate dall’uomo che recita il gioco dei ruoli nel corso della propria esistenza. Questa visione mette in evidenza da un lato la relatività di ogni punto di vista e la temporaneità dei singoli ruoli, dall’altro la centralità dell’essere umano come interprete della realtà in cui è immerso.”  M. Canducci e A. Ascari in Gianmaria Potenza, I Tarocchi (Electa 1990, pp 23-67)

 

 

Gli Amanti - Serigrafia 6/22 'I Tarocchi' - Tiratura 8/99 Stampa fino a 40 colori con inserimento di metalli su carta Fabriano - 50x70 cm, Venezia 1991
Gli Amanti – ‘I Tarocchi’ 20/99 – Stampa fino a 40 passaggi con inserimento di metalli su carta Fabriano – 50×70 cm, Venezia 1989/1991

GLI AMANTI

 

L’Arcano VI, definito anche l’Innamorato, viene tradizionalmente rappresentato come Ercole al bivio, indeciso tra due strade, due donne, l’una dall’aspetto virtuoso, l’altra dall’atteggiamento invitante. Nel quadro di Potenza i veli dell’acconciatura diventano come tende di un’alcova le cui trasparenze lasciano intravedere il letto matrimoniale. L’Ercole dell’iconografia classica non è qui così titubante tra le due possibilità, perseverare nella virtù o cedere alla seduzione: in testa ha chiara la meta. Non si pensi a un Arcano ammiccante: è un invito a prendere posizione, a non rimandare le proprie scelte, optando subito per l’esperienza che è sola e unica maestra di vita. La passione amorosa degli Amanti è soprattutto scelta di confronto con l’altro, coinvolgimento, abbandono, disponibilità totale.

 

 

 

 

La Morte - Serigrafia 13/22 'I Tarocchi' - Tiratura 8/99 Stampa fino a 40 colori con inserimento di metalli su carta Fabriano - 50x70 cm, Venezia 1991
La Morte –  ‘I Tarocchi’ 85/99 – Stampa fino a 40 passaggi con inserimento di metalli su carta Fabriano – 50×70 cm, Venezia 1989/1991

LA MORTE

 

Ogni fine genera un nuovo inizio. L’osso, posto orizzontalmente al centro del quadro, rappresenta la separazione tra le due dimensioni alto-basso, vita-morte, ma è anche braccio di una croce simbolica il cui asse è determinato delle due teste che compaiono in questo Arcano speculare: la simmetria sembra quasi esprimere il concetto di uguaglianza degli individui di fronte alla Morte. I veli dell’acconciatura ripropongono la forma della falce: falce della Morte, ma anche falce lunare che indica rinnovamento continuo, poiché alla fase di Luna calante segue la rinascita della Luna crescente. La Morte esprime cambiamento radicale, rinnovamento profondo e completo; la decorazione fiorita mette in risalto la positività dell’Arcano, ricordando il naturale risveglio primaverile dopo il lungo sonno invernale.

 

 

 

 

La Giustizia - Serigrafia 8/22 'I Tarocchi' - Tiratura 8/99 Stampa fino a 40 colori con inserimento di metalli su carta Fabriano - 50x70 cm, Venezia 1990
La Giustizia – ‘I Tarocchi’ VI/XL – Stampa fino a 40 passaggi con inserimento di metalli su carta Fabriano – 50×70 cm, Venezia 1989/1991

LA GIUSTIZIA

 

Nell’Arcano VIII di Gianmaria Potenza l’acconciatura diventa una bilancia con i piatti in dislivello. Se la Giustizia in generale rappresenta la ricerca di equilibrio, in questa interpretazione ne viene evidenziata la consapevolezza della relatività di ogni punto di vista, che diventa capacità di soppesare le cose valutandole con obiettività: il fine non è livellare bensì dare la dignità dovuta a ogni aspetto della diversità. La Giustizia non come stasi, immobilità, ma piuttosto come dinamismo, inesausta e incessante ricerca, perché ogni equilibrio è uno stato temporaneo o relativo, sensibile ai mutamenti che i nuovi indizi e le nuove esperienze apportano.

 

 

 

 

 

 

Ruota della Fortuna - Serigrafia 10/22 'I Tarocchi'- Tiratura 8/99 Stampa fino a 40 colori con inserimento di metalli su carta Fabriano - 50x70 cm, Venezia 1991
Ruota della Fortuna – ‘I Tarocchi’ XXXIV/XL – Stampa fino a 40 passaggi con inserimento di metalli su carta Fabriano – 50×70 cm, Venezia 1989/1991

RUOTA DELLA FORTUNA

 

L’Arcano X dei Tarocchi riprende i temi della dualità e della complementarietà, rappresentando i cicli naturali che caratterizzano la vita dell’uomo e dell’Universo. L’alternanza diventa mutevolezza, instabilità, e la Ruota simboleggia l’incessante susseguirsi delle esperienze. Fortuna è qui intesa come destino, come sorte né buona né cattiva ma semplicemente mutevole, come occasione da prendere al volo prima che svanisca nel nulla. L’Arcano raffigurato da Potenza mostra, nella parte superiore, una Ruota solare i cui raggi corrispondono alle cifre numeriche ordinate in sequenza: i numeri qui appaiono nella loro purezza di singole entità simboliche, quasi elementi alchemici che nel pettorale vengono combinati tra loro, in alcune possibilità tra le innumerevoli.

 

 

 

 

Il Papa - Serigrafia 5/22 'I Tarocchi' - Tiratura 8/99 Stampa fino a 40 colori con inserimento di metalli su carta Fabriano - 50x70 cm, Venezia 1991
Il Papa – ‘I Tarocchi’ III/XL – Stampa fino a 40 passaggi con inserimento di metalli su carta Fabriano – 50×70 cm, Venezia 1989/1991

IL PAPA

 

Il Papa ci appare, nella sua maestà e ieraticità, come una figura imponente il cui copricapo testimonia la gravosità del ruolo di Pontefice, ovvero “ponte” tra umano e divino. La parte superiore del V Arcano di Potenza è occupata interamente dalla Tiara che, protesa verso l’alto, pare elevarsi verso la dimensione spirituale; ricordando inoltre nella forma la cupola di una Chiesa orientale. Tale copricapo simboleggia un’autorità che va ben oltre le singole Confessioni Religiose. La parte bassa del quadro, così compatta e lineare, indica un risvolto umano: l’enorme Tiara sottolinea infatti la grande capacità di comprensione del Papa e la sua propensione alla mediazione. La disponibilità di questa figura ne fa un consigliere prezioso e un valido sostegno morale, una protezione non sempre manifesta ma comunque potente e determinante.

 

 

 

Seguite la campagna “Dono Ad Arte” su tutti i nostri canali di comunicazione! 

 

www.facebook.com/PotenzaG.M/

https://www.instagram.com/gianmariapotenza/