A3 Potenza def2

Gianmaria Potenza

DALLA FORMA AL SEGNO

 

DAL 19/11 AL 01/12

 

MISP

Museo dell’Arte del XX e XXI 

Secolo di San Pietroburgo

 

San Pietroburgo, Russia

 

Dal 19 novembre 2019 presso il Museo dell’Arte del XX e XXI secolo di San Pietroburgo nell’ambito delle iniziative promosse dal museo nel contesto dell’arte internazionale dedicate all’Italia, si è aperta la mostra: “Dalla Forma al Segno”.

 

La mostra, a cura di Enzo Fornaro, ripercorre alcuni dei momenti della ricerca grafica di Gianmaria Potenza attraverso una selezione di oltre venti serigrafie, con un focus particolare dedicato alle serie dei Tarocchi. Quest’ultima fu realizzata a partire dagli anni 90′ su disegni dell’omonima serie di 22 tavole in legno a più spessori, realizzate nel 1986/1987 e oggi parte della collezione del Monte dei Paschi di Siena di Padova. “I Tarocchi” esposti in mostra sono parte delle tirature di 99 esemplari numerati con numeri arabi, 40 con cifre romane e 10 prove d’artista, stampate a più colori su carta Fabriano.

 

“Dalla Forma al Segno” indaga l’istinto artistico di Potenza, lo stesso che lo porta a ridefinire quella forma che plasma materialmente nelle sue sculture, esprimendosi su più dimensioni e volumi, imponendo un ritmo, una ricerca di superfici e di luci. Affrontando l’opera grafica, l’artista ricorre proprio alla metamorfosi delle sue forme, racchiudendo la loro forza interpretativa nel segno.

 

“La ricerca grafica di Potenza colpisce per il vivace cromatismo delle opere esposte che riporta alle veneziane arti del vetro, all’inserimento di metalli anche in grafica perché ne è fonte ispiratrice l’arte veneziana e le lontane radici bizantine ma perché lo sono anche le sue sculture e non poteva essere diversamente per Potenza. Usa i segni al posto delle forme per trasfigurare in una sola dimensione il suo essere scultore, prima che eclettico ricercatore. Un pensatore che anche al segno grafico chiede di esprimere quella forza, quel gusto e bellezza che caratterizza tutta la sua produzione, così anche la grafica è una diretta discendente dell’arte di Potenza, non un fuggitivo passaggio in questo settore ma la dimostrazione che il primordiale esprimersi grafico dell’uomo nelle sue opere è un satellite importante della sua arte” (Enzo Fornaro).

 

La mostra, visitabile fino al 1 dicembre al Museo dell’Arte del XX e XXI secolo di San Pietroburgo, è realizzata in collaborazione col Museo Manege di San Pietroburgo e l’Istituto Italiano di Cultura, patrocinata dalla città di San Pietroburgo.

 

 

Per info e orari del Museo http://www.mispxx-xxi.ru/eng/