La Biennale del 1986 e la “Ninfea Armonica”

Ninfea Armonica- Alluminio, acciaio-
Ø 780 cm- 1986

Torniamo indietro nel tempo e cerchiamo di assaporare un po’ di atmosfere passate.

E’ il 25 giugno del 1986, giorno dell’inaugurazione della 42. Biennale, e un grande fiore di 7 metri di diametro galleggia di fronte ai Giardini.

L’opera è partita da Marghera, dove è stata costruita e ha percorso tutto il Canale della Giudecca, sorprendendo e deliziando i migliaia di turisti presenti in laguna.

La Ninfea è una scultura fatta di colore, movimento, ma anche di musica, dato che all’interno della campana centrale vi sono dei bastoni che, grazie al movimento ondoso, producono una serie di suoni.

Risulta dunque chiaro il riferimento sia alla mostra allestita a Palazzo Grassi “Futurismo e Futurismi” che al tema della Biennale “Arte e Scienza”.

Ispirata alle “Bisone” (imbarcazioni scenografiche che accompagnavano avvenimenti storici al tempo della Serenissima), la Ninfea Armonica viene definita dalla critica vera e propria “opera totale”, capace di coniugare pittura, scultura, scenografia e suono.

 

Qui vi proponiamo degli articoli di giornale risalenti proprio a quell’estate del 1986: cliccando sulla pagine potrete ingrandirle a vostro piacimento.

 

Link all’opera: Ninfea Armonica.